UniStem Day

La giornata internazionale della ricerca sulle cellule staminali

Quando e Dove 11 marzo 2016 - Aula Magna Cavallerizza Reale Protagonisti Scuola secondaria di II grado, Ricercatori, Insegnanti Tipologia di progetto Evento Partecipanti 400 studenti

Altre Edizioni

Un incontro tra mondo della scuola e mondo della ricerca per riflettere insieme su prospettive, controversie, etica e comunicazione di un tema molto attuale

EDIZIONE 2016

UniStemDay, giunto all’ottava edizione, coinvolge ogni anno migliaia di studenti in Italia e in Europa: nel 2015 oltre 25 mila studenti - di cui 400 a Torino - hanno partecipato in contemporanea all’evento coordinato dalla Senatrice a Vita Elena Cattaneo dell’Università di Milano.

L'evento di Torino è organizzato dal NICO - Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi in collaborazione con Agorà Scienza e l'Università degli Studi di Torino.


QUANDO venerdì 11 marzo 2016 - ore 9:00 - 13:00
DOVE Aula Magna della Cavallerizza Reale, Università di Torino - Via Verdi 9, Torino


Per informazioni:
Barbara Magnani, NICO Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi
e-mail: barbara.magnani@unito.it
  • Programma

    Alessandro Vercelli, Direttore del NICO - Università di Torino

    Saluto di benvenuto e presentazione di UniStem Day

    Luca Bonfanti, NICO e Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università di Torino
    Perché è difficile riparare il sistema nervoso con le staminali

    Anche se contiene cellule staminali, il cervello non è in grado di ricambiare continuamente le sue cellule, a differenza di altri organi come la pelle o il sangue.
    Questa e altre caratteristiche rendono difficile applicare i principi della medicina rigenerativa al sistema nervoso.

    Agnese Collino, Pro-Test Italia
    Il vaccino fa 90! Una storia di scienza, paura e cattiva comunicazione

    Negli ultimi anni, a causa di una cattiva informazione basata su dati falsi, si è diffusa una paura immotivata per le vaccinazioni. Se pur comprensibile la cautela delle mamme preoccupate per la salute dei propri figli, il fenomeno potrebbe diventare un'emergenza sanitaria senza precedenti.

    Maurizio Mori, Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione, Università di Torino
    Etica della libertà di ricerca scientifica

    La libertà di ricerca scientifica è il motore della scienza. Fino a che punto tale libertà può essere vincolata a principi etici? E, soprattutto, come garantire che rimanga svincolata da pregiudizi ammantati di “morale”?

    DIBATTITO FINALE
    Scienza, comunicazione e valori etici in un mondo complesso

    con: Agnese Collino, Maurizio Mori, Luca Bonfanti, Beatrice Mautino (giornalista scientifica freelance)





Ti potrebbero interessare anche

MIDAS

Masterclass in Innovazione Didattica Applicata alle Scienze

FRidA - Forum della Ricerca di…

Il portale della ricerca e del public engagement dell'Università di…

L'avventura della ricerca

Mostre, incontri e visite guidate all'insegna dell'esplorazione!